• Home
  • Riunioni ed Eventi

Incontro con il R.C. Milano Manzoni

Nella suggestiva cornice del Ristorante "Le Lampare al Fortino" si è svolta una conviviale nel segno dell'Amicizia Rotariana. E' stato bello infatti incontrare i simpatici rotariani del Club Milano - Manzoni e stringere da subito con loro amicizia, favorita da simpatia reciproca. Dopo lo scambio dei guidoncini, ci si è dato appuntamento a Milano, in occasione della nostra visita all'EXPO.

Concerto per i sessant'anni del Rotary Club

Cattedrale di Trani, i sessanta del Rotary ed il trionfo di cinque giovani pianisti. E Soldano si supera con il Rachmaninov più difficile di tutti

Cinque concerti che, insieme, fanno l'Integrale di Rachmaninov, eseguita per la prima volta in Puglia con altrettanti giovani pianisti e l'Orchestra filarmonica di Bacau. Nella prima serata, dedicata all’immenso pianista Carlo Ciccolini, recentemente scomparso, si sono esibiti Viviana Lasaracina, Stefania Argentieri e Vincenzo Maltempo. Nella seconda, in memoria di Vincenzo Soldano, compianto presidente dell'associazione Domenico Sarro, è stata la volta di Stefano Guarascio ed Alfonso Soldano, 29enne musicista tranese che ha avuto proprio in Ciccolini un maestro d'arte e di vita e, in Rachmaninov, il modello di compositore cui ispirarsi.

Leggi tutto

Concerto per i sessant'anni del Rotary Club

Cattedrale di Trani, i sessanta del Rotary ed il trionfo di cinque giovani pianisti. E Soldano si supera con il Rachmaninov più difficile di tutti

Cinque concerti che, insieme, fanno l'Integrale di Rachmaninov, eseguita per la prima volta in Puglia con altrettanti giovani pianisti e l'Orchestra filarmonica di Bacau. Nella prima serata, dedicata all’immenso pianista Carlo Ciccolini, recentemente scomparso, si sono esibiti Viviana Lasaracina, Stefania Argentieri e Vincenzo Maltempo. Nella seconda, in memoria di Vincenzo Soldano, compianto presidente dell'associazione Domenico Sarro, è stata la volta di Stefano Guarascio ed Alfonso Soldano, 29enne musicista tranese che ha avuto proprio in Ciccolini un maestro d'arte e di vita e, in Rachmaninov, il modello di compositore cui ispirarsi.

Leggi tutto

Passaggio delle consegne

Siamo lieti di invitarLa, con graditi ospiti, alla cerimonia del
“Passaggio delle consegne”
da Elisabetta ad Orazio

Passaggio delle consegne 2014
Martedì 1 luglio ore 20,30
Masseria Barbera - SS 97, km 5.850 Minervino Murge (BT) tel.0883 692 095


R.S.V.P. entro il 26 giugno al Prefetto Giacomo Vania 335 8114924
E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Gemellaggio tra R.C. Firenze Bisenzio e R.C. Trani e presentazione dei nostri giovani di successo

Il detto “viviamo in un piccolo mondo” ancora una volta si è manifestato vero. Infatti, un amico tranese DOC, Roberto Giordano, si era trasferito anni fa a Firenze, diventando rotariano prima e poi Presidente del R.C. Firenze Bisenzio. Comuni amici hanno presentato il Giordano alla nostra Presidente Elisabetta Papagni ed è così sorta l’idea di un gemellaggio tra i nostri due Club, cosa avvenuta nella serata conviviale del 30 Maggio, con la consistente presenza di un gruppo d’amici toscani.

Leggi tutto

Organigramma Interact 2012

ORGANIGRAMMA INTERACT 2012-2013

Presidente:               Federico BOCCI

Vice Presidente:       Giovani BALESTRUCCI

Prefetto:                   Teodorico D'AVELLA

Segretario:                Federica DELCURATOLO

Tesoriere:           Michele GADALETA

Leggi tutto

Programma Luglio 2012 - Asssemblea

Martedì 3 luglio 2012 Hotel Trani ore 20,30

Assemblea dei Soci

Rotary Club di Trani
Relazione Programmatica
Anno 2012-2013
Presidente Mario Fucci


Cari Amici,
Questa relazione apre le attività del 58° anno del nostro Club.
Il programma elaborato in collaborazione con il Consiglio Direttivo e le Commissioni di Club, è in sintonia con i TEMI GUIDA scelti per l’anno 2012-2013 da:
- Sakuji Tanaka, Presidente Rotary International che ha scelto come Tema guida: “La Pace attraverso il Servizio”
- Rocco Giuliani, Governatore Distretto 2120 che ha scelto come tema : “Essere famiglia a casa, al Rotary,...ovunque”
- Il sottoscritto, in qualità di Presidente Pro-Tempore di questo Club che ha scelto il motto: ”Pensare globale nella realtà locale”.
Nell’anno rotariano 2012-2013 l’obiettivo primario sarà costituito dalla pace, intesa sia nel suo significato di tranquillità personale, felicità in seno alla famiglia, sia nel suo significato di situazione di sicurezza in cui vengono soddisfatti i bisogni umani basilari.

Nel tracciare le linee programmatiche per il prossimo anno rotariano, abbiamo cercato, io e il Consiglio Direttivo, di guardare a tutti gli aspetti della vita del Club.
L’aspetto della sua vita interna, la sua immagine e la sua credibilità sul territorio, la sua partecipazione alla vita della città, i suoi rapporti con le istituzioni locali e con il Distretto, la sua partecipazione alla vita del Distretto. A tutti questi aspetti è stata data la stessa importanza.
Il programma che si intende svolgere è stato preparato sia tenendo presente le tre aree prioritarie su cui il Presidente Tanaka chiede di concentrare quest’anno le proprie energie:
1. rafforzare i club (avere Club più efficienti)
2. migliorare la consapevolezza e l’immagine pubblica
3. incrementare l’Azione Umanitaria
e sia tenendo conto delle 6 aree chiave di intervento della Fondazione Rotary nelle quali i Rotariani devono rivolgere la propria attenzione:
- Acqua e strutture igienico – sanitarie
- Salute materna e infantile
- Pace e prevenzione / risoluzione conflitti
- Alfabetizzazione e educazione di base
- Sviluppo economico e comunitario
- Prevenzione e cura delle malattie

Il programma da svolgere deve avere come obiettivo di Club quello di:
- realizzare un Club efficiente in grado di garantire: la conservazione e lo sviluppo dell’effettivo la partecipazione attiva dei soci ai progetti di servizio a favore della comunità il sostegno alla Rotary Foundation la formazione di dirigenti capaci di servire il Rotary oltre il livello del Club.
Questo obiettivo di Club deve essere raggiunto perseguendo le 5 vie d’azione rotariana (Interna, Professionale, di Interesse Pubblico, Internazionale e Nuove Generazioni)
1) Azione Interna (Club Service)
Questa azione viene attuata attraverso la Commissione Amministrazione e la Commissione Effettivo.
Prima delle cinque vie d’azione del Rotary, riguarda le attività che un socio intraprende all’interno del proprio club per assicurarne il buon funzionamento. Questa via d’Azione comprende:
1. Sito internet – Aggiornamento ed utilizzo sistematico del sito web del Club, realizzato ed inteso come strumento di comunicazione ed informazione sia per i soci che per i Club e, più in generale, per tutti. Si è mantenuto il sito web www.rotarytrani,it, confermandone la gestione allo stesso webmaster. Prof. Vincenzo Cappai.

2. Bollettino – Il bollettino, sempre a cadenza periodica, dovrà riportare le attività del Club, nonché notizie ed arricchimenti culturali, oltre ad essere pubblicato, come in passato, su cartaceo, sarà consultabile anche sul sito internet del Club.
3. Conservazione e sviluppo dell’effettivo – Si intende attuare un’azione volta alla conservazione dell’effettivo mediante un maggiore coinvolgimento e partecipazione dei soci e, con il supporto di una adeguata promozione esterna con la quale diffondere fra i non rotariani l’operato del Rotary, realizzare un soddisfacente sviluppo dell’effettivo. È previsto l’espansione dell’effettivo (almeno tre nuovi soci) per arricchire il nostro Club di persone di alto profilo umano, professionale, morale, disponibili ad impegnarsi per la vita e i progetti del Club.
4. Viaggi Culturali
Unendo l’utile al dilettevole, in occasione di manifestazioni rotariane nazionali ed internazionali, sarà proposto al Club di partecipare a Viaggi che potranno avere anche lo scopo di conoscerci meglio, di incrementare l’affiatamento tra i soci e quindi l’amicizia. Tra queste Manifestazioni, ricordiamo l’Institute Europeo che quest’anno si terrà ad Amsterdam a metà novembre; il Forum Mondiale sulla Pace che si terrà a fine Novembre – inizio Dicembre a Berlino, la
Convention, che chiuderà quest’anno rotariano e che si terrà a Lisbona a metà Giugno 2013.

5. Formazione e Informazione
Tramite l’istruttore del Club, che quest’anno è Carla D’Urso, si vuole pianificare un piano di formazione rotariana per discutere e presentare argomenti fondamentali di istruzione rotariana per affiancare i nuovi soci nell’inserimento nel Club stimolare la partecipazione a riunioni distrettuali stimolare la presenza dei soci alle riunioni settimanali
6. Sviluppo della Leadership
Attraverso l’apposita sottocommissione, si vogliono organizzare alcuni incontri sullo sviluppo della Leadership a livello di Club, su specifiche materie: Capacità di comunicazione Gestione del tempo Stili di Leadership Etica e prova delle quattro domande Lavoro di squadra
L’azione Interna: è il primo obiettivo del Rotary: favorire la conoscenza e l’amicizia tra i Soci in tutte le occasioni possibili. Come diceva Paul Harris “i soci vengono scelti in base alla loro attività per poter godere dell’amicizia con persone di ogni professione, allargando in tal modo il proprio orizzonte”.

Rotaract

INTERNATIONAL INNER WHEEL
Distretto 210 - ITALIA
Governatrice Distrettuale 2012-2013
MARIA CARMELA DE GIACOMO FRAGASSO
Past Governatrice Distrettuale
MARIA ANDRIA PIETROFESO

 Rotaract
In Italia esistono 195 Club ripartiti in 6 Distretti (204, 206, 208, 209, 210 e 211), con 5746 Socieattive e 188 Socie onorarie.  
Ogni Distretto gode di una sua autonomia ed è governato dalla Governatrice con la collaborazione di un Comitato Esecutivo. L’Organo Direttivo del Distretto è il Comitato di Distretto, di cui fanno parte, oltre ai membri del Comitato Esecutivo, anche le Delegate al Distretto di ogni Club. Le Assemblee Distrettuali sono gli eventi fondamentali nella vita di un Distretto (due in un anno), e sono il luogo deputato a presentare programmi  o consuntivi,  discutere, votare, deliberare, etc. Il Comitato Esecutivo di Distretto, sempre sotto la guida della Governatrice, ha il compito di realizzare gli obiettivi del Distretto quali sono stati definiti nel corso della 1a Assemblea del Distretto (autunnale) dell’anno sociale in corso.

Leggi tutto

Interact

Che cos'è l'Interact

Interact è un'associazione di club di servizio istituita dal Rotary International per i giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni. Sebbene ogni club Interact sia sponsorizzato da un Rotary club che fornisce aiuti, consulenza e supervisione, i club Interact si gestiscono da soli e devono essere finanziariamente autosufficienti.

L'effettivo varia considerevolmente da un club all'altro. Vi sono club maschili, club femminili e club misti. I soci possono provenire dal corpo studentesco di una singola scuola oppure da due o più scuole di una medesima comunità.

Ogni anno i club Interact devono portare a termine almeno due progetti di servizio, uno dei quali deve avere come obiettivo la diffusione della comprensione e della buona volontà nel mondo. Attraverso questi progetti gli Interactiani sviluppano una rete di amicizie con i club locali e con quelli di altri Paesi.

Leggi tutto

La nostra storia: Rotary International

storia rotary trani

Il primo club di servizio del mondo fu il Rotary Club di Chicago, fondato il 23 febbraio 1905 da Paul P. Harris, un avvocato che sperava di trovare in un gruppo di professionisti quello spirito di amicizia che aveva provato nelle piccole città in cui era vissuto da giovane. Il nome “Rotary” deriva dalla consuetudine iniziale di riunirsi a rotazione presso gli uffici dei soci. La popolarità del Rotary si diffuse rapidamente; nel decennio successivo diversi club furono fondati negli Stati Uniti, da San Francisco a New York, e a Winnipeg, nel Canada. Nel 1921 i Rotary club erano presenti su sei continenti; l'anno seguente l'organizzazione adottò il nome di Rotary International.

Leggi tutto