Quattro passi dalla via Traiana alla via Francigena

Bella giornata organizzata dal Rotary club di Trani in interclub con Andria, Barletta,Canosa e Corato, presso la masseria Terre di Traiano.
Alle interessanti relazioni del dott.Federico M.Ceschin e Paolo Grenzi sui percorsi delle vie francigene, riconosciute dal Consiglio europeo da Canterbury a Gerusalemme, passando per la Puglia, è seguita una passeggiata fino al raccordo tra la via Francigena e la via Traiana.
Molto apprezzata anche l'accoglienza dei padroni di casa Ascanio e Maria Teresa Spagnoletti Zeuli e la conviviale che ha valorizzato i prodotti del territorio.

Stampa Email

Effetto Ryla

Gent.mi Francesco ed Achille

Sono Manuela Montatore, purtroppo gli impegni dell'università mi hanno tenuta lontana dal pc ma avevo da giorni il forte desiderio di buttar giù qualche riga così da imprimere con la scrittura le forti e meravigliose emozioni che questo Ryla mi ha e continua a procurarmi. Tornare al quotidiano è tutt'ora difficile, lo ammetto! Il così detto "effetto Ryla" continua a perdurare ed ha portato con se una meravigliosa sensazione di grinta, di sicurezza che mi vede determinata nelle mie giornate. 

Leggi tutto

Stampa Email

Il Maestro Alfonso Soldano e la sua musica

Ieri sera il Maestro Alfonso Soldano è stato ospite del R.C. Trani Club presso l'Associazione Domenico Sarro. Il Maestro, magistralmente presentato ed intervistato da Carmela Formicola redattore capo del quotidiano ''la Gazzetta del Mezzogiorno", ha presentato un ampio saggio della sua musica ed il suo ultimo libro sul pianista di origine polacca, ma vissuto in Russia Sergej Ėduardovič Bortkevič.
L’incontro si è svolto a mò di intervista all’autore durante la quale l’ottima Carmela Formicola ha rievocato il periodo storico nel quale il musicista compose la sua opera, con letture di alcuni brani del libro scritto dal Maestro Soldano inframmezzate dall’esecuzione di brani di Bortkiewicz, pianista sconosciuto ai più, ma dalla musica dolce e struggente che rievoca le gravissime difficoltà della vita russa durante la prima e la seconda guerra mondiale.
Notevole anche la rievocazione delle condizioni in cui viveva il musicista, simbolicamente riassunte in questo piccolo frammento: « Vi scrivo dal bagno, in cui ci siamo rifugiati, in quanto è piccolo e può essere riscaldato con un fornello a gas. (!) Le altre stanze non possono essere utilizzate e non posso toccare il pianoforte. Questa è la situazione attuale! Che cosa ci riserva il futuro? La vita è sempre più sgradevole, spietata. Insegno al Conservatorio con una temperatura di 4 gradi, che fra poco sarà anche più bassa! [...] » Ottimo il format della serata e piacevole l’intervista inframmezzata dall’esecuzione dei brani da parte del Maestro. Un plauso al Presidente e soprattutto all’ispiratrice della serata Cinzia Falco

Stampa Email

L’EFFERATO ECCIDIO DELLE SORELLE PORRO AD ANDRIA IL 7 MARZO 1946

"Martedì 8 il R.C. Trani ha ospitato Riccardo Riccardi, saggista e giornalista, autore di pregevoli saggi sulla storia economica e sociale del mezzogiorno.
L'Autore ha ripercorso la storia di fine ottocento - primi del novecento con l'esaltazione della figura delle donne distintesi in quell'epoca ed in particolar modo nella figura della donna nel meridione laddove la nobiltà veniva pian piano sostituita dai "borghesi", famiglie di origini modeste che però avevano acquisito dalla nobiltà numerosi fondi facendoli fruttare.
Questa nuova classe sociale era composta da quelli che potrebbero definirsi gli antesignani degli attuali imprenditori agricoli che con dinamismo e grande fiuto per gli affari, acquisendo sempre più terreni dalla nobiltà godendo di ottima disponibilità di denaro, contribuì ad abbattere le vecchie eredita’ feudali settecentesche.
Il Dr. Riccardi ha affrontato con foto, lettere e ricordi storici i temi della trasformazione del mercato fondiario e dell’agricoltura, della mobilita’ sociale, della modernizzazione attraverso la storia delle sorelle Porro, uccise dalla “mano di una folla straziata dalla fame, ma anche da indirizzi politici rivoluzionari in voga nel secondo dopoguerra”, storia nella quale si narra in realtà l'evoluzione della borghesia vista da vicino nei luoghi a noi cari.
Un plauso all'Autore di "Una famiglia borghese meridionale. I Porro di Andria"

Stampa Email

ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA: IL RUOLO DELLA GUARDIA DI FINANZA

Il R.C. Trani ha ospitato il 22 febbraio scorso il Generale di brigata della Guardia di Finanza Gaetano Scazzeri, comandante del Nucleo speciale anticorruzione, il braccio operativo dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) guidata dal magistrato Raffaele Cantone.

Il generale, plurilaureato ed autore di numerose pubblicazioni, molte delle quali in materia di fiscalità internazionale, oltre che docente presso i vari istituti d’istruzione della GdF, dopo gli incarichi di comando a Partinico (PA), a Roma presso il Nucleo di polizia tributaria a Venezia dove ha diretto il Gruppo verifiche speciali e Ancona, in quest’ultimo reparto quale comandante ci ha intrattenuti sul ruolo strategico della Guardia di Finanza e sulla utilità e necessità degli strumenti informatici  utili sia per controlli degli appalti gestiti dalla P.A. (che ha obbligo di inviare una serie di dati) che per contrastare i fenomeni di gestione del lavoro in maniera elusiva della normativa.

Il Nucleo, costituito di recente nel giugno 2015 ha anche il compito di condurre analisi di rischio mirate sugli appalti pubblici non necessariamente a scopo repressivo, bensì a tutela del sistema economico.

Nella sua lucida analisi il Generale ha anche affrontato il tema corruzione quale fenomeno patologico, ma con la chiara sottolineatura del fatto che non è possibile mettere tutto nello stesso calderone: non è corretto dare percentuali di corruzione ma è corretto dire che ci sono alcuni fenomeni che vanno repressi con fermezza ma senza generalizzazioni.

Un messaggio tranquillizzante ma fermo nel segno della legalità quale valore aggiunto da perseguire, quello dato dall’illustre oratore che il R.C. Trani ha avuto l’onore di ospitare.

Stampa Email