Intelligenza artificiale: Rivoluzione Tecnologica e Trasformazione del Lavoro.

Grande successo per il convegno promosso dal Rotary Club di Trani e Sporting Club su AI. L'evento è stato sostenuto anche dal Gruppo Esserci in collaborazione con le Associazioni Arges, Traninostra, "The bright side", il Comitato della Società Dante Alighieri ( sez.Trani), la F.I.D.A.P.A., la Florestano Edizioni e l'Università della Terza Età (Trani).
Tutti pregnanti e altamente qualificati gli interventi dei relatori: il prof. Donato MALERBA, docente di chiara fama dell'UNIBA, il DGN Antonio Braia, vice presidente nazionale Piccola Industria Confindustria con delega al capitale umano e formazione, il dott. Gaetano Errico, segretario generale FISAC-CGIL Bari.
Assente la prof.ssa Ginevra Gravili, docente di organizzazione aziendale e gestione risorse umane dell'UNIBA. Moderatrice la dott.ssa
Elisabetta Papagni, segretario del RC Trani.
Presente il PDG Luca Gallo.
Dopo i saluti di rito e l'intervento introduttivo del Presidente del RC Trani, Luigi Mastrapasqua, la moderatrice ha ceduto la parola ai pregevoli relatori che hanno offerto il loro contributo per la focalizzazione del tema di fondo: la possibile trasformazione che l'AI introdurrà nel mondo del lavoro.
Sono seguite domande da un pubblico attento e profondamente interessato.
A suggellare la bella serata, l'intervento dell'assistente del Governatore, Massimo Cassanelli, che ha apprezzato la qualità del convegno e la trattazione del tema.
Si è, così, conclusa una serata veramente connotativa dell'attenzione che il Rotary riserva alle profonde trasformazioni in atto nel nostro tempo.
 
410047930_398063972553459_4928484081167413040_n.jpg
 
409978986_398063962553460_6099591028751994327_n.jpg

Stampa Email

FESTA DEGLI AUGURI 2024

Il tradizionale momento dello scambio degli auguri, anche quest'anno, si è rinnovato in un clima accogliente e gioioso.
Dopo i saluti rituali, rivolti ai Soci e gentili ospiti, il Presidente Luigi Mastrapasqua ha introdotto il tema del service natalizio a favore dell'Associazione "Nicholas de Santis" che opera nel sociale a beneficio delle fasce giovanili più fragili della città. Il Club ha pensato di donare all'Associazione un televisore, di recente sottratto, in ragione di un furto perpetrato ai danni della stessa Associazione nel novembre scorso, come ha chiarito il Socio Giuseppe Papagno, successivamente intervenuto. Commosso per il gesto, il sig.Gigi de Santis, padre di Nicholas, tragicamente scomparso e a cui l'Associazione è intitolata, ha ringraziato il Presidente e il Club di Trani.
Massimo Cassanelli, Assistente del Governatore, ha concluso la serata, manifestando profondo apprezzamento per il service che realizza nei fatti il motto del nostro Presidente Internazionale " Create hope in the world". Il conclusivo momento conviviale, in uno spirito di festosa amicizia e condivisione, ha suggellato lo scambio di auguri.
Buon Natale e Sereno Anno Nuovo.
 
412956282_403972888629234_6265205617686883536_n.jpg

Stampa Email

Sicurezza nella Bat, il Rotary rilancia allarmi e proposte del Procuratore di Trani

«Sono arrivato in questo territorio con una Bat ignorata e non mappata in tutte le relazioni sulla criminalità, nel migliore dei casi considerata cerniera fra Bari e Foggia. Oggi qualcosa sta finalmente cambiando». Così il procuratore di Trani, Renato Nitti, intervenendo all'incontro sul tema della sicurezza promosso dal Rotary club di Trani tenutosi martedì 7 novembre presso il locale ristorante Melograno.

Al tavolo, per introdurre e moderare la relazione del capo dell'Ufficio di procura, Massimo Cassanelli (Assistente del Governatore) Luigi Mastrapasqua (Presidente del Rotary club di Trani) ed Elisabetta Papagni (segretario).

Presenti in sala i Pdg Beppe Volpe e Gianvito Giannelli, mentre a Cassanelli sono state affidate le rituali conclusioni, al termine della relazione e dei numerosi interventi da parte del pubblico in sala.

Il dottor Nitti ha riassunto, davanti ad una platea gremita formata anche di magistrati ed avvocati, i contenuti della sua recente ed analitica relazione sulla criminalità del territorio (consegnata al Ministro dell'Interno Piantedosi nella sua recente visita nella Bat), fondata su dati oggettivi e inquadramento di malesseri e bisogni del territorio.

«La Bat nasce nel 2009, ma per avere Questura e Comandi provinciali abbiamo dovuto attendere il 2021 – ha ricordato Nitti -. Questa enorme attesa ha pesato e la provincia l’ha pagata. Ed allora, arrivando qui e dovendo affrontare questi enormi problemi, ho cominciato a guardare i report nazionali ed i tassi di criminalità del Paese confrontati con i nostri. E così ho scoperto il primato nazionale della Bat sui furti d'auto. Ma anche che nel 2017 eravamo primi anche per furti negli appartamenti. Abbiamo un indice di criminalità quasi del 41 a fronte del 29 nazionale. Poi arriva l'indice di infiltrazione criminale, con Foggia e Bat quasi ai vertici nazionali. Davvero troppo per continuare a non mappare e quindi trascurare questa terra rispetto al bisogno di uomini, uffici e strumenti».

Da due anni la relazione della Direzione investigativa antimafia dedica un capitolo alla Bat. Per il procuratore di Trani «è stato un primo passo, ma serve di più. Anche perché qui le mafie non hanno il controllo totale del crimine e dell'economia, perché non è questo che interessa loro. Al contrario, qui c'è tanta microcriminalità ed una mafia di altra natura che viene da lontano: basti pensare – ha ricordato citando un libro scritto da un maresciallo dei Carabinieri – che nel 1889 si celebrò a Trani un processo con oltre 100 imputati e tutti i crismi della mafia, dal vincolo associativo all'omertà della popolazione».

Ed allora cosa interessa alle mafie della Bat? «Penso al fatto, per esempio – spiega Nitti - che questa è una terra economicamente florida, ma in cui per troppo tempo tanti hanno eluso l'erario nell’assenza di un capillare controllo di una Guardia di finanza senza Comando provinciale. E ancora oggi tanti imprenditori hanno tanto contante in nero, la nostra mafia questo lo sa ed ecco allora i sequestri di persona lampo al fine di ottenere un riscatto rapido e senza tracce per alcuno».

Ma torniamo ai presidi di Polizia, Carabinieri e Fiamme gialle, che nel 2021 «partono con numeri del tutto risicati – non esita a confermare il procuratore -. Allora io comincio a segnalare le anomalie, ad argomentare i paradossi e, per fortuna, gli organi a me superiori le raccolgono e le rilanciano. Ma ancora oggi il quadro è deficitario: noi 370 Carabinieri, Brindisi 550; quasi gli stessi numeri per la Gdf. E le volanti? Ad Andria una sola per una città di 100.000 abitanti. E i commissariati di Barletta e Trani? Depotenziati per portare unità lavorative in Questura. E il terrorismo? Solo 4-5 funzionari della Digos. Per non parlare delle Polizie locali: la notte non sono in servizio e sugli incidenti chi va? Le pattuglie di Cc e Ps, sottratte ai loro compiti istituzionali».

Ma l’avvento del Ministro dell’Interno nella Bat, la scorsa settimana, forse ha rappresentato per Nitti il primo, vero segnale di un cambiamento di rotta: «Oggi finalmente i sindaci hanno firmato un documento congiunto e lo hanno consegnato nelle sue mani. Adesso lui sa che le forze dell'ordine qui sono in affanno e non può più ignorare la realtà. Le prime risposte le abbiamo avute con la programmazione dell’invio di 150 uomini spalmati su tre semestri, compreso quello ancora in corso. Siamo fiduciosi, ma non abbasseremo la guardia: a questo territorio serve, oggettivamente, ancora tanto».

«Un'eccellente azione rotariana di sensibilizzazione su un tema di scottante attualità, quale quello affrontato dal dottor Nitti», ha sottolineato l'Assistente del Governatore nel suo intervento conclusivo.

Leggi tutto

Stampa Email

Il Governatore Sassanelli a Trani: «Apriamo il Club a donne e giovani»

VISITA DEL GOVERNATORE D2120
Vincenzo Sassanelli A.R.2023/24
3 OTTOBRE 2023
c/o Ristorante" Il Melograno "Trani
La visita del Governatore costituisce senza alcun dubbio l'avvenimento clou dell'anno rotariano : il 3 ottobre scorso, particolarmente fecondo e propositivo si è l'incontro del Rotary Club di Trani con Vincenzo Sassanelli, massima autorità rotariana del Distretto 2120 Puglia e Basilicata.
Dopo la rituale interlocuzione col Presidente, il Governatore ha incontrato il Consiglio Direttivo, l'Assistente del Governatore, Massimo Cassanelli, e i Presidenti di Commissione, prestando ascolto attento, partecipato e attivo alle osservazioni dei Consiglieri e alle relazioni dei Presidenti di Commissione, dei quali ha condiviso apertamente propositi, idee e progetti, non mancando mai di sottolineare la valenza pragmatica di ogni azione rotariana.
Ha richiamato l'importanza di favorire l'ingresso delle donne e dei giovani nel Club al fine di arricchire il novero dei Soci attraverso la diversificazione non solo delle professioni - soprattutto delle nuove - ma delle sensibilità e delle differenti prospettive. Fondamentale ha ribadito la cura dell'immagine del Rotary all'esterno allo scopo di diffondere la positività fattiva dell'azione rotariana mediante una politica di pubbliche relazioni attenta e consapevole.
A conclusione degli interventi e dopo la presentazione, a cura del Presidente del Club, dei numerosi service realizzati e da realizzare in linea con gli indirizzi del Presidente Internazionale, il Governatore ha espresso il suo apprezzamento per l'attività progettuale e di servizio di un Club antico e prestigioso, prossimo a compiere il suo 70^ anno dalla fondazione, avvenuta nel lontano 1955.
Il Governatore, nel prosieguo della serata, ha incontrato i numerosissimi Soci presenti con gentili consorti e, nel corso del suo intervento, ha richiamato le Idealità rotariane che rappresentano per ogni Socio fonte di ispirazione : etica ferrea, leadership strategica, azione condivisa, inclusione e politica di accoglienza verso le donne e i giovani, operatività concreta a favore dei fragili e vulnerabili vicini e lontani.
Nel corso della serata sono stato presentati due nuovi Soci : la dott.ssa Giuseppina Di Liddo e l'ing.Maurizio Tortora, " spillati" dal Governatore e dal Pdg Beppe Volpe, entrambi si sono detti onorati di entrare a far parte della famiglia rotariana.
La serata è proseguita con la presentazione del service della consorte del Governatore Maria Gabriella, che sosterrà la pubblicazione di un libro, distribuito nelle Scuole del Distretto, che raccoglierà voci femminili sulla dichiarazione dei diritti umani.
Con la rituale torta celebrativa si è conclusa la visita del Governatore, vissuta dal Club, sicuramente come preziosa occasione di approfondimento dei valori e Idealità rotariane ma soprattutto in un clima di autentica e profonda amicizia.

Stampa Email

Passaggio del Martelletto 2023

PASSAGGIO DEL MARTELLETTO DA PIETRO A LUIGI
355696137_311609637865560_5858784089450669618_n.jpgIl 30 giugno, nell'incantevole cornice della Masseria Barbera a Minervino Murge, si è svolta la rituale cerimonia del passaggio del martelletto da Pietro de Luca Tupputi Schinosa a Luigi Mastrapasqua. Si tratta di un evento emblematico che sancisce un momento di profondo significato per il Rotary. Presenti alla cerimonia Autorità Rotariane e Innerine, Socie e Soci Rotariani con gentili consorti e graditi ospiti. In apertura, dopo il tocco della campana e l'onore alle bandiere, sono stati rivolti con ineccepibile puntualità dal Segretario Mario Fucci i saluti di rito all'Assistente del Governatore Nicola Auciello, Ruggero Laporta, per l"a.r. 2022-23, e all'Assistente del Governatore Vincenzo Sassanelli, Massimo Cassanelli, per l"a.r 2023-2024 . Sono stati, altresì, rivolti i saluti rituali ai PDG Beppe Volpe e Sergio Sernia, al Segretario distrettuale Antonella Quarato e al Prefetto distrettuale Monica Bonassisa per l"a.r. 2022-23, ai Presidenti entranti ed uscenti del raggruppamento di riferimento, al Presidente Nominato e Designsto per il RC Trani, Sabino Fortunato e Giuseppe Papagno.
Dopo i saluti, il Presidente Pietro, visibilmente emozionato, prendendo la parola, ha tracciato un bilancio del suo anno di Presidenza, connotato da numerose azioni di servizio, realizzate secondo le principali linee di intervento rotariano con innegabili effetti positivi sulla Comunità. Al termine del suo intervento, Pietro ha riservato un momento speciale all' ingresso di un nuovo Socio onorario, Riccardo Mancini, presentato da Mario Fucci. E' seguita la consegna dei riconoscimenti ai Rotariani e non Rotariani che si sono distinti per la collaborazione resa al Club per l'a.r. 2022-23; sei PHF assegnate ad Achille Cusani, Salvatore Nardò, Angela Tannoia, Riccardo Tedeschi, Vincenzo Terrone, Pasquale Vilella. Una PHF è stata attribuita anche all'Amministrazione comunale di Trani per il sostegno che la stessa ha assicurato al Club sin dalla sua costituzione. Una targa al merito con Certificato distrettuale a firma del Governatore uscente è stata assegnata a Mario Fucci, quale apprezzamento nell'azione per i Giovani. Il Presidente Pietro ha, quindi, consegnato all'intera squadra del Club un attestato per la collaborazione resa nel suo anno, non tralasciando di citare Carla D'Urso, nominata " Rotariana dell'Anno".
La dedizione di Pietro, la sua passione e la sua positiva leadership, la sua capacità di ispirare gli altri hanno contribuito a consolidare l'impegno del RC Trani nel servire e rafforzare l'amicizia e la solidarietà all'interno della Comunità.
 

Leggi tutto

Stampa Email